Copia l’analisi del trader – SAND USDT
Luglio 14, 2023

Cos’è Arweave $AR Coin? Come estrarre? Prossimo gettone 100X

Cos’è la criptovaluta Arweave (AR)?

Simile a Filecoin, Arweave è un progetto di archiviazione decentralizzata.

Lo storage Web2 è centralizzato, che si tratti di storage cloud o di un VPS tradizionale, richiede un fornitore di server e i dati vengono archiviati sui loro server. Nonostante l’ampio utilizzo di applicazioni di storage cloud come AWS, si tratta comunque di un modello di archiviazione centralizzato. Ciò va in contrasto con la natura decentralizzata della tecnologia blockchain e comporta anche il rischio di perdita di dati. Questo è particolarmente critico per lo storage delle NFT.

Attualmente, lo storage delle NFT comporta l’archiviazione dei file su server centralizzati. Ad esempio, le NFT di World Women archiviano le immagini sui server AWS. Su Ethereum, vengono archiviate solo poche righe di codice che rappresentano gli attributi delle NFT e le informazioni sui contratti intelligenti. Se l’immagine originale di una NFT viene persa, le informazioni archiviate nel contratto intelligente diventano inutili. Questo è il più grande punto debole in termini di sicurezza delle NFT.

L’applicazione principale di Arweave è lo storage delle NFT.

Quali sono le principali differenze tra Arweave e Filecoin?

Filecoin è il principale progetto di storage decentralizzato, classificato al 31° posto per capitalizzazione di mercato su BingX Market Cap, con un valore di mercato di 1,88 miliardi di dollari. In contrasto, il valore di mercato dei token AR è solo di 385 milioni di dollari, pari a circa 1/600 del valore di Filecoin. Sin dalla sua fondazione nel 2022, AR è stato spesso confrontato con i token FIL.

Una delle differenze riguarda il metodo di pagamento: Arweave adotta un pagamento unico per un utilizzo a vita, mentre Filecoin richiede un pagamento in base al tempo e alla quantità di storage occupato sulla blockchain. Pertanto, per lo storage delle NFT, AR è più conveniente.

Si differenziano anche per il metodo di archiviazione: Arweave archivia i dati sulla blockchain, rendendoli immutabili, mentre Filecoin archivia i dati su vari dischi rigidi distribuiti. Quindi, AR è una blockchain che contiene informazioni complete e immutabili, mentre Filecoin è un token senza alcuna informazione di archiviazione scritta su di esso. In realtà, Filecoin funziona più come uno storage cloud, in cui vengono noleggiati dischi rigidi inutilizzati in cambio di token Filecoin.

A causa del modello di archiviazione sulla blockchain di Arweave, i blocchi continuano a crescere di dimensioni man mano che vengono archiviati più file. Attualmente, i blocchi di Arweave occupano 110TB di spazio. Ciò rende lo storage di Arweave estremamente mirato, concentrato nello storage di NFT e delle ultime informazioni BRC-20.

D’altra parte, Filecoin combina la blockchain FIL con il sistema di storage distribuito IPFS. Funziona più come un concorrente di Ethereum e richiede un ecosistema per supportarlo. Questo è il motivo per cui il prezzo di Filecoin è aumentato dopo l’annuncio che i token FIL avrebbero avuto capacità di contratti intelligenti.

Background dei team di Arweave e Filecoin

Filecoin è stato fondato prima, nel 2014, ed è stato progettato da Juan Benet presso Protocol Labs. Essendo stato fondato molto tempo fa, come Bitcoin, molte aziende/team di mining con background cinese ne fanno parte.

Arweave è stato fondato successivamente, e il fondatore Sam Williams ha conseguito un dottorato presso la Kent State University negli Stati Uniti. Il team ha una solida formazione tecnica e competenze. A causa della natura di storage di nicchia e dei prezzi relativamente più alti, i principali clienti di Arweave sono gli utenti di Solana. Le NFT sulla catena Solana vengono archiviate utilizzando la catena AR.

Mining di Arweave

Il mining di AR è significativamente diverso da quello di Filecoin. Nel mining di Filecoin, è necessario possedere token FIL e se il nodo fornito non ha un tempo di attività sufficiente, vengono applicate penalità.

D’altra parte, il mining di AR non richiede il possesso di alcun token AR e, a differenza di altri metodi di mining, non implica il download dell’intera blockchain. Le ricompense di mining vengono ottenute tramite la verifica dei blocchi, quindi più blocchi vengono scaricati sull’hard disk locale, maggiori sono le possibilità di ottenere la verifica. Attualmente, la dimensione totale dei blocchi è di 110TB e la velocità di lettura/scrittura dell’hard disk raccomandata ufficialmente è di 200MB/s. Superare questa velocità non comporta un aumento delle ricompense. Naturalmente, essere troppo lenti non è ideale. Ciò significa che un PC ordinario con una capacità dell’hard disk sufficientemente grande può partecipare al mining.

Idealmente, scaricare tutti i blocchi per il mining è la soluzione migliore e se si scaricano solo 5TB, le possibilità di ricevere ricompense sono solo di 1 su 22.

Per l’investimento di un hard disk da 110TB, è consigliato utilizzare un HDD a 7200 RPM. Anche se utilizzare un SSD può raggiungere una velocità stabile di 200MB/s o addirittura superiore, il costo di un SSD da 110TB è molto elevato. Inoltre, le linee guida ufficiali specificano che anche se la velocità è più veloce, ad esempio un SSD che raggiunge i 300MB/s, non comporterà un aumento delle ricompense.

Previsione dei prezzi per Arweave: sarà la prossima criptovaluta che moltiplica per 100?

Lo storage decentralizzato è un settore gravemente sottovalutato nonostante le enormi prospettive e la domanda. Questo è evidente con Binance Coin (BNB) che ha introdotto BNB Greenfield, una soluzione di storage decentralizzato on-chain. Attualmente, la competitività dello storage decentralizzato tra tutti i progetti attuali è relativamente bassa. Con l’esplosione di Web3 durante un mercato rialzista, si prevede che il prezzo dei token di storage decentralizzato aumenterà in modo significativo.


La distribuzione dei token AR è avvenuta durante il mercato ribassista, attraversando una generale diminuzione del mercato e un accumulo di inventario. Nel 2022, il suo principale sostenitore è stato Solana, il cui token SOL ha subito un calo di prezzo dai massimi di $120. Di conseguenza, il token AR è sceso dal suo prezzo di $91 a circa $5 attualmente.

A breve termine, a causa dei fondi di mercato che vengono destinati all’acquisto di BTC ed ETH, non ci si aspetta una crescita significativa del prezzo di AR nel 2023. Tuttavia, nel 2024, con l’impatto positivo della riduzione a metà di Bitcoin, la cessazione degli aumenti dei tassi di interesse e la ripresa degli NFT, ci si attende un aumento del prezzo di ARB. Esiste una certa probabilità che possa diventare il prossimo “coin” con un incremento di valore di 100 volte.

Disclaimer:

L’analisi sopra riportata non costituisce alcun consiglio di investimento. Si incoraggia gli utenti a prendere decisioni autonome e a condurre ricerche approfondite (DYOR).

Buy AR Token